Menu
2007-02-25 12-14-34-00

Serretta della Porticella

Parco Nazionale del Pollino, 25/02/2007

Ancora sole e temperature elevate hanno assottigliato di molto il manto nevoso, che diventa consistente solo oltre i 1600mt. Partiamo da Colle dell’Impiso (mt.1573) diretti a serra di Crispo (mt.2053). Percorriamo il sentiero alla base di Serra del Prete, per poi attraversare il Valloncello di Viggianello per portarci sulla strada forestale che conduce a piano Toscano. Arrivati però alla radura di Rummo (mt.1700) deviamo su un sentiero che guada il Frido e porta a piano Iannace. Ad un certo punto abbandoniamo anche questo sentiero e attraversiamo Bosco Toscano fino a sbucare su una radura scoscesa che porta alla Piana del Pollino. Questa variante invernale del percorso solito consente di evitare noiosi saliscendi al ritorno. Mentre risaliamo questa radura, la nebbia ci invade e il sole cocente che aveva caratterizzato la prima parte del percorso scompare lasciando il posto al freddo e alle nuvole. La scarsa visibilità non ci consente più di individuare la via più corretta per salire a Serra di Crispo, e tanto meno di valutare le condizioni di innevamento della spalla da risalire. Decidiamo quindi di puntare alla più vicina Serretta della Porticella (mt.1999) che raggiungiamo senza grosse difficoltà. Il vento è gelido e la nebbia comincia a ghiacciare sugli aghi dei pini loricati. Scattiamo qualche foto e cominciamo la discesa nella nebbia fitta affidandoci più alle sensazioni che alla vista che non ci consente neanche di valutare le pendenze. In poco tempo raggiungiamo nuovamente il bosco dove la nebbia è più rada. Grazie all’interruzione del soleggiamento la neve è rimasta compatta permettendoci di sciare per tutto il percorso dalla Serretta al Valloncello di Viggianello senza alcun problema anche dove lo strato di neve non era particolarmente spesso. Attraversato il Valloncello riattacchiamo le pelli di foca per l’ultimo tratto di salita lungo il sentiero alla base di Serra del Prete. Il peggioramento del tempo ci fa ben sperare per la settimana successiva, e intanto torniamo a casa contenti per la riuscita della nostra ennesima escursione sulla neve.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>